Insurance Trade

Prima Assicurazioni, nei primi nove mesi del 2020 raddoppia la raccolta

Forte crescita, nonostante il lockdown, per la tech company che punta a raggiungere e superare il milione di clienti entro la fine dell'anno

22/10/2020
Prima Assicurazioni registra nei primi nove mesi del 2020 una raccolta premi pari a 195,2 milioni di euro, in aumento del 107% rispetto ai 94,4 milioni dello stesso periodo del 2019. Si tratta quindi di una forte crescita, nonostante il lockdown, per la tech company (che opera come agenzia assicurativa), che punta a raggiungere e superare il milione di clienti entro la fine dell'anno. 
La raccolta premi del terzo trimestre è stata pari a 80,1 milioni di euro, in crescita del 129% rispetto ai 35 milioni del periodo luglio-settembre 2019.

Alla fine del terzo trimestre, i clienti attivi sono 897 mila, il 97% in più rispetto ai 456 mila di settembre 2019. Nei primi nove mesi, Prima Assicurazioni ha venduto 766 mila polizze, di cui 232 mila sono rinnovi e oltre 534 mila polizze sono nuovi contratti. 
Prima opera sia con il canale diretto online sia attraverso agenti e broker. Nei primi nove mesi dell’anno, i volumi di polizze stipulate dagli intermediari tradizionali sono aumentati del 407%, rispetto allo stesso periodo del 2019, per una quota del new business pari a oltre il 20%.

"Nonostante il leggero rallentamento nella fase di lockdown - ha commentato in una nota il general manager George Ottathycal Kuruvilla - il business ha registrato una forte accelerazione con la ripresa delle attività che ci permette oggi di alzare l’asticella e di puntare a superare il target di un milione di clienti attivi a fine anno, con l’obiettivo di raddoppiare la raccolta premi rispetto al 2019. Agendo come tech company abbiamo saputo cogliere l’occasione della ripartenza grazie al team di professionisti e all’approccio data-driven che ci contraddistingue, ma anche per merito dell’impegno e del sempre più forte coinvolgimento della nostra rete di agenti e broker che sta crescendo tantissimo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti