Insurance Trade

Cyber crime, la Bce ingaggia gli hacker

Nuovi test per la sicurezza delle istituzioni finanziarie: serviranno a trovare e sfruttare le vulnerabilità nelle aziende sottoposte alle verifiche

03/05/2018
La Banca centrale europea ha progettato un nuovo test per simulare attacchi informatici alle istituzioni finanziarie e ad altri tipi di aziende che sono centrali per il buon funzionamento del sistema finanziario. La decisione della Bce fa seguito a una lunga serie di attacchi da parte di hacker nei confronti di istituti di credito e banche centrali negli ultimi due anni: forse il più celebre è quello che ha interrotto i servizi on line e mobile delle tre principali banche dei Paesi Bassi, all'inizio di quest'anno. 

Come nello spirito di tutte le iniziative di questo tipo della Bce, anche quest'ultima mira a creare un quadro unico per testare la capacità di ripresa delle imprese finanziarie nell'Unione Europea. Il framework prevede, tra gli altri strumenti, delle cosiddette squadre rosse, cioè hacker esterni assunti per trovare e sfruttare le vulnerabilità nelle aziende sottoposte al test: si tratta di una tecnica derivata dal mondo militare e ampiamente utilizzata nel settore privato. 

I test, dicono da Francoforte, saranno fatti su misura, non daranno esito positivo o negativo ma forniranno all'entità sottoposta a test approfondimenti sui punti di forza e di debolezza e consentiranno di apprendere strategie ed evolvere a un livello più elevato la propria maturità informatica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti