Insurance Trade

Subagenti, il Ccnl nazionale è diventato realtà

Il contratto è stato recentemente presentato a Catania, nell’ambito di un convegno promosso da Ulias

Subagenti, il Ccnl nazionale è diventato realtà hp_wide_img
Il primo Ccnl rivolto ai subagenti della sezione E del Rui è diventato realtà: Ulias, Fesica, Confsal e Fisals, riuniti nell’ente bilaterale Ebiass, hanno presentato a Catania il primo contratto collettivo nazionale del lavoro. La presentazione è avvenuta nell’ambito di un convegno a esso dedicato, con l’obiettivo di creare un sostegno normativo, di supporto alla crescita della professione. Presente all’evento anche il mondo politico, nella persone dell’on. Giuseppe Berretta (Pd), deputato da sempre vicino al mondo del lavoro, il quale ha spiegato che “un contratto collettivo offra importanti margini di sicurezza ai datori di lavoro e ai lavoratori, offrendo a entrambe le parti regole chiare e applicabili, capaci di eludere il lavoro nero”.  Secondo Ulias, l'associazione degli intermediari sez E a cui si deve questo risultato, il nuovo Ccnl, rappresenta “un punto di svolta nel settore assicurativo perché tutela gli interessi dei sub-agenti assicurativi”. Come ha sottolineato il presidente dell’associazione, Sebastiano Spada, “il settore assicurativo è in fase di evoluzione, sia per il cambiamento del mercato e delle esigenze dei clienti, sia per i rischi e le opportunità offerte dall’Internet of things, ovvero dalla quarta rivoluzione industriale. Sarà fondamentale che gli intermediari assicurativi di sezione E comprendano come l’offerta di un servizio qualificato e all’altezza delle esigenze e delle richieste dei clienti dipenda esclusivamente dalla professionalizzazione della categoria, presupposto fondante del nuovo contratto di lavoro”.
Tra i primi a scommettere sul progetto normativo di Ulias, Sindacato nazionale agenti: “ho partecipato al primo convegno di Ulias nel 2012, quando l’associazione era appena nata”, ha raccontato il presidente dle sindacato, Claudio Demozzi – e non pensavo che in così poco tempo potesse siglare un contratto collettivo per la categoria dei sub-agenti. Invece, ce l’ha fatta e siamo pronti a dialogare con loro”.

Nella foto, da sinistra: Oliviero Casale (vice presidente Ebiass), Claudio Demozzi (presidente Sna), Bruno Mariani (segretario generale Fesica Confsal), Sebastiano Spada (presidente Ulias), On. Giuseppe Berretta (PD) e Umberto Marzuillo (commercialista)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti