Insurance Trade

Nasce Gaat Service, la società di intermediazione del gruppo agenti Toro

L'iniziativa nasce dopo il dissenso nei confronti della scomparsa del marchio torinese, decisa dal piano di riorganizzazione di Generali

22/03/2013
Grazie alle norme introdotte dal governo Monti sulla libera collaborazione tra intermediari, gli agenti Toro Assicurazioni aderenti al Gaat (gruppo agenti di assicurazione Toro) hanno creato Gaat service Srl, una società a capitale diffuso, che tra poco sarà operativa, attraverso la quale intendono gestire in autonomia la loro attività di intermediazione, potendo così operare con più compagnie, oltre a Generali. Contestualmente è stata definita una squadra di tecnici e consulenti di standing internazionale che sosterrà gli agenti Toro nelle scelte di indipendenza nei confronti di Generali: responsabile dell'attività assicurativa è stato designato Roberto Favaron (ex top manager Toro).

La nuova strategia del Gaat nasce a seguito del piano di riorganizzazione delle attività italiane del Leone, comunicato lo scorso 14 gennaio e che prevede, tra le altre cose, la scomparsa dello storico marchio torinese. Per questo motivo oltre 200 agenti appartenenti al Gaat si sono riuniti nella giornata di ieri a Bologna, per sottolineare che cancellare il marchio Toro, la cui presenza e riconoscibilità sul territorio è da 180 anni un valore essenziale per la clientela - si legge in una nota - sarebbe un'operazione in grado forse di produrre un contenimento dei costi nell'immediato, ma sul lungo periodo destinata a rivelarsi anti-economica. Sarebbe anche - sottolineano gli agenti - un pugno alla storia di un'azienda che ha accompagnato l'Italia da prima dell'Unità". Un grido in difesa della propria indipendenza e professionalità, che - sostengono - "viene messa a rischio dalle nuove strategie del Leone".

La manifestazione bolognese fa parte del Giro d'Italia Gaat. Le prossime tappe del tour degli agenti Toro sono in programma martedì 26 marzo a Catania e mercoledì 27 marzo ad Alessandria. "Sono molto soddisfatto - spiega Roberto Salvi, presidente del Gaat - per l'adesione pressoché unanime dei colleghi incontrati a Roma e a Bologna. Mancano ancora due tappe per terminare il Giro: la coesione e il caloroso entusiasmo avuti fino ad ora - conclude - ci rendono fiduciosi di ottenere altrettanto successo a Catania e ad Alessandria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti