Insurance Trade

Allianz nel 2014 cresce del 10% a 122,2 miliardi di euro

L'utile operativo balza a 10,4 miliardi. Per il 2015, la compagnia prevede ulteriori miglioramenti

Allianz nel 2014 cresce del 10% a 122,2 miliardi di euro hp_wide_img
Il gruppo Allianz nel 2014 ha conseguito risultati in grande crescita e per la prima volta i ricavi hanno superato i 120 miliardi di euro, toccando i 122,2 miliardi per una crescita di oltre il 10% (nel 2013, 110,7 miliardi). 
L’utile operativo è aumentato del 3,3% a 10,4 miliardi dai 10 dell’anno precedente, un risultato in linea con le stime più ottimistiche fatte dalla compagnia. L’utile netto attribuibile agli azionisti è aumentato del 3,8% a 6,2 miliardi di euro (erano sei nel 2013). 
Cresce il patrimonio netto che raggiunge un massimo di 60,7 miliardi di euro, dai 50,1 del dicembre 2013; mentre il coefficiente di solvibilità (Solvency I) alla fine del 2014 si è attestato al 181%, in calo di un punto percentuale rispetto al 2013. 
Il target 2015 dell’utile operativo è stato fissato di 10,4 miliardi di euro, con una variazione più/meno di 400 milioni.
La politica del dividendo è stata rivista secondo i parametri di Solvency II. A partire dall’anno appena concluso, il pay-out sale al 50% dell’utile netto attribuibile agli azionisti, rispetto al precedente 40%. Il cda, quindi, ha proposto un dividendo di 6,85 euro per azione, +29% rispetto all'anno precedente, quando il dividendo si era attestato a 5,30 euro. 

Nel comparto danni, i premi lordi sono aumentati del 3,7% a 48,3 miliardi dai 46.6 dell’anno precedente. Il maggior apporto alla crescita viene da quella interna che è aumentata del 3%, soprattutto grazie alle global line e al forte contributo del retail di Allianz Uk.  
L’utile operativo del segmento danni è salito del 2,2% a 5,38 miliardi, contro i 5,3 del 2013, un dato principalmente attribuibile a un migliore risultato tecnico, mentre il risultato degli investimenti è rimasto stabile. Il combined ratio è rimasto invariato al 94,3%, poco influenzato dalle calamità naturali, che non hanno impattato particolarmente su Allianz. Le principali variazioni sono state il rafforzamento delle riserve in Brasile, le operazioni sul Fireman’s negli Stati Uniti, e l’aggiustamento delle attività retail in Russia e Ucraina a causa delle difficili condizioni economiche e geopolitiche in quei mercati.  
Per quanto riguarda i nuovi prodotti, Allianz1 in Italia ha creato molta domanda, così come l’altro contratto modulare per la copertura della famiglia in Germania. Allianz dà grande importanza a due acquisizioni: le attività assicurative della Milano Assicurazioni da UnipolSai e quella del general insurance di Territory Insurance Office in Australia.   
Focus Italia
L'Italia è al secondo posto tra i mercati di Allianz nel ramo danni per l'utile operativo (ma in calo) dietro alla Germania, che nel 2014 ha praticamente raddoppiato (+97,2%) a oltre 1,3 miliardi, e davanti alla Francia (+6,6% a 428 milioni). Allianz Italia ha registrato nel segmento un aumento del 4,1% della raccolta premi a 4,2 miliardi, e un calo dell'utile operativo del 17,3% a 932 milioni. Il combined ratio è all'82,5%.

Per quanto riguarda i rami vita, questi sono cresciuti nel 2014 del 18,6% a 67,3 miliardi, contro i 56,8 del 2013. I principali mercati sono stati gli Stati Uniti, l’Italia e la Germania. Il risultato operativo è balzato del 22,8% a 3,3 miliardi, dai 2,7 del 2013. La nuova produzione è aumentata toccando i 1.378 (952) milioni di euro dai 952 del 31 dicembre dell’anno precedente. 
I prodotti a rendita fissa sono stati il principale motore della crescita negli Stati Uniti, dove in totale raccolta è aumentata di 4,5 miliardi; ma anche il contributo dell’Italia è stato notevole, grazie alla polizza unit linked Progetto Reddito, che ha generato oltre un miliardo di euro di premi lordi emessi nel 2014. Il prodotto vita Perspektive ha venduto più di 93 mila polizze in Germania, da quando è stato introdotto nel 2013. 
Focus Italia
L'Italia è il terzo Paese per raccolta premi nel segmento vita dietro Germania (19 miliardi) e Usa (11,8 miliardi). Il gruppo ha registrato in Italia, una raccolta premi nel ramo vita in rialzo del 34,4% a 11,3 miliardi e un utile operativo a 176 milioni (+76%). Allianz fa sapere che sono state vendute oltre 865mila polizze dall'introduzione dell'agenzia digitale.

I ricavi dell’Asset management sono diminuiti complessivamente del 10,8% a 6,39 dai 7,16 del 2013, per via di operazioni che hanno visto la riallocazione di asset dal comparto ai rami vita e al banking. L’utile operativo, contestualmente, è sceso del 17,6% a 2,6 miliardi, dai 3,2 dell’anno precedente. In totale il patrimonio gestito ha raggiunto i 1.801 miliardi di euro al 31 dicembre 2014, con un aumento dell’1,8%, dai 1.770 del 2013. 
Allianz Global Investors, il secondo pilastro di Allianz Asset Management, ha visto una raccolta netta per l’ottavo trimestre consecutivo che ha superato i 400 milioni di euro di utile operativo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

allianz,
👥

Articoli correlati

I più visti