Insurance Trade

Salute, Axa si allea con Microsoft

Accordo per la creazione di una piattaforma digitale per l'offerta di servizi sanitari alla clientela

Salute, Axa si allea con Microsoft hp_wide_img
Il gruppo Axa ha annunciato oggi l'avvio di una partnership con Microsoft per realizzare una piattaforma digitale dedicata all'offerta di servizi per la salute e il benessere della clientela. La soluzione, nello specifico, unificherà i servizi offerti dal gruppo assicurativo, includendo nel proprio catalogo soluzioni come strumenti di autovalutazione e prevenzione, medical concierge, teleconsulto, archivio dei propri documenti medici e servizi di assistenza domicilio.
“In molti Paesi, la frammentazione, la complessità e i costi dei sistemi sanitari rappresentano un ostacolo per l'accesso alle cure”, ha commentato Thomas Buberl, ceo del gruppo Axa. “Questo nuovo ecosistema di servizi che abbiamo sviluppato con Microsoft – ha proseguito – è una potente leva per fornire ai clienti l'accesso alle migliori soluzioni salute: un ecosistema che illustra inoltre il ruolo decisivo dell’expertise tecnologica di Axa per il successo della strategia from payer to partner”.
La piattaforma si avvarrà delle tecnologie legate a Microsoft Cloud for Healthcare, inclusa l'Api di Azure per Fast Healthcare Interoperability Resources, che garantisce la protezione della privacy degli utenti. Un programma pilota, inclusivo di uno strumento di autovalutazione dei sintomi, teleconsulto e medical concierge, era già stato lanciato alla fine del 2020. La piattaforma è attualmente aperta, con servizi dedicati, a tutti i clienti di Axa in Germania e in Italia. Il gruppo assicurativo si propone di estendere il servizio entro il 2022 anche in Regno Unito, Belgio, Spagna e Svizzera, per poi metterlo a disposizione anche di altri mercati a livello mondiale. Sempre nelle intenzioni di Axa e Microsoft, le due società collaboreranno con nuovi partner per arricchire ulteriormente la piattaforma e avere così la possibilità di offrire alla clientela nuovi servizi a valore aggiunto: sul lungo periodo, in definitiva, c'è l'ambizione di integrare nella soluzione anche prestazioni offerte da terze parti, rendendo di fatto la piattaforma un ecosistema globale e aperto a operatori sanitari e pazienti, a prescindere che siano o meno clienti di Axa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti