Insurance Trade

Lloyd’s, un sindacato per assicurare il trasporto del vaccino Covid-19

Il Syndicate 1796 nasce dalla collaborazione di più soggetti, e ha l’obiettivo di assicurare lo stoccaggio e il trasporto del vaccino anti coronavirus nei Paesi emergenti

27/07/2020
I Lloyd's hanno annunciato la creazione di Syndicate 1796, un nuovo Syndicate in a box ideato per assicurare lo stoccaggio e il trasporto nei Paesi emergenti di un futuro vaccino anto Covid-19 una volta sviluppato.
Il nuovo sindacato è stato sviluppato da Parsyl, una società insurtech e dagli alunni del Lloyd Lab, in stretta collaborazione con Ascot come managing agent, e in collaborazione con Axa XL, McGill and Partners e Gavi, fondo globale per la diffusione dei vaccini.
Il Syndicate 1796 costituisce la base della Global health risk facility (Ghrf) sul mercato dei Lloyd’s, un progetto finalizzato a fornire servizi assicurativi e di mitigazione del rischio completi per supportare la produzione e la distribuzione di un vaccino contro il coronavirus. Il nuovo sindacato, spiegano i Lloyd's, prevede di iniziare a essere operativo dall’inizio di ottobre 2020.
La Ghrf offrirà una copertura del carico all risk per i rischi di transito e stoccaggio di tutti i prodotti sanitari globali correlati al virus e di qualsiasi altro programma di controllo e prevenzione delle malattie infettive.
Guidato da Ascot, il Ghrf adotterà un approccio di portafoglio, concentrandosi principalmente sulla distribuzione globale di prodotti in Paesi a basso reddito con il supporto di agenzie di sanità pubblica globali, come Gavi, il fondo globale per la lotta contro Aids, la tubercolosi e la malaria, Pepfar e Unicef.
Il Ghrf offrirà inoltre una copertura tramite assicurazione diretta o riassicurazione, per i rischi di distribuzione all'interno di ciascun Paese per garantire che i vaccini e le altre merci siano protetti mentre sono stoccati nei magazzini centrali e viaggiano attraverso i sistemi sanitari. Tra gli assicurati ammissibili figurano produttori privati, agenti di approvvigionamento, società di logistica, ministeri della Sanità e altri enti pubblici che sostengono la distribuzione di vaccini Covid-19 e altri prodotti salvavita in Paesi a basso reddito.
Secondo John Neal, ceo dei Lloyd’s, “vi è un ampio consenso intorno al fatto che la vita può tornare alla normalità solo dopo che un vaccino è stato sviluppato, distribuito e amministrato in tutto il mondo. I Lloyd's svolgono un ruolo importante nell'assicurare i numerosi rischi associati a questa risposta medica globale e siamo lieti di approvare un nuovo sindacato innovativo che fornirà una copertura efficace per le catene di distribuzione locali di distribuzione di vaccini”. Neal ha sottolineato l’unicità di questa partnership, “una vera dimostrazione del valore e dell’ingegno che il mercato dei Lloyd può apportare per contribuire a far fronte a un'emergenza sanitaria globale, poiché condividiamo il rischio per sostenere gli sforzi coraggiosi di coloro che gareggiano per sviluppare e distribuire un vaccino Covid-19”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti