Insurance Trade

Ania is calling, ecco i vincitori

Premiati quattro progetti volti a rinnovare il concetto di mobilità e adeguare l'offerta assicurativa alle nuove abitudini della popolazione

Ania is calling, ecco i vincitori hp_wide_img
Sono Huli, Blink, Mio Garage e P.Place le quattro idee vincitrici del contest Ania is calling, un'iniziativa promossa dall'Ania per raccogliere proposte innovative in materia di mobilità e, allo stesso tempo, offrire la possibilità a giovani studenti e laureati di avvicinarsi al mondo delle assicurazioni. Partita lo scorso anno, la call4ideas dell'associazione si è conclusa questa mattina, con un evento online in cui i quattro progetti, insieme ad altre cinque realtà arrivate alla fase finale, hanno avuto la possibilità di presentare la propria idea alla platea virtuale degli spettatori. I progetti vincitori hanno ricevuto una targa di riconoscimento e un premio di 5mila euro. Agli altri finalisti è invece andato un buono da spendere in libreria.
Huli è un'applicazione che consente agli abbonati al trasporto pubblico di usufruire a prezzi ridotti dei servizi di sharing mobility quando terminano le corse dei mezzi del servizio pubblico, prevedendo sconti per le donne nelle fasce serali. Blink è invece un sistema multimodale per la consegna delle merci che utilizza diversi mezzi di trasporto, come furgoni e cargo bike, per semplificare la gestione della catena di distribuzione nelle sue fasi finali, consentendo all'utente di tracciare il proprio pacco tramite app e di ricevere in giornata la merce ordinata online. Mio Garage è un'app che mette in contatto gli utenti alla ricerca di un parcheggio con i proprietari di box e posti auto privati, ottimizzando così una capacità di parcheggio che nelle grandi città (ma non solo) resta ancora sottoutilizzata. Sempre sulla gestione dei parcheggi, ma destinata questa volta a biciclette e monopattini, si concentra infine P.Place: si tratta di stazioni di bike sharing che dispongono di servizi di manutenzione, assistenza e assicurazione contro furti e danni.
“La scelta di avviare la call for ideas, in un periodo così difficile per tutti, è stato un modo per supportare i giovani studenti universitari in un momento fondamentale per la propria crescita culturale e professionale: quella del passaggio verso il mondo del lavoro”, ha commentato Maria Bianca Farina (nella foto), presidente dell'Ania, nell'intervento di apertura dell'evento. “Il settore assicurativo con questa iniziativa li ha coinvolti in un vero e proprio percorso di innovazione, mettendo a disposizione di tutti i partecipanti gli strumenti, i modelli e le competenze del mondo assicurativo più idonee per concretizzare le proprie idee in progetti di business ad elevato impatto sociale per la collettività: l’innovazione e le politiche per le nuove generazioni, acceleratori di crescita e trasformazione, sono – ha aggiunto – le nostre priorità per accompagnare il Paese in questo momento di ricostruzione e di ripresa dalla crisi pandemica, nell’attuazione dei tre assi strategici del Pnrr: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale. Tre obiettivi – ha concluso – che sono anche quelli di Ania e di tutto il settore assicurativo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti