Insurance Trade

L’impegno di Allianz per la salvaguardia dell’ambiente marino

Il gruppo ha avviato una partnership con l’organizzazione internazionale Sea Shepherd per sostenere l’attività di pulizia delle aree costiere italiane

L’impegno di Allianz per la salvaguardia dell’ambiente marino hp_wide_img
Allianz ha siglato una collaborazione con Sea Shepherd per la pulizia degli oceani e delle coste, per la conservazione della biodiversità e per favorire pratiche di pesca sostenibili. La partnership con l’organizzazione internazionale per la conservazione marina è inizialmente di due anni e copre le aree costiere italiane nel Mar Mediterraneo. Quattro società del gruppo Allianz stanno fornendo i fondi per la nave di recente acquisizione Sea Eagle e per il suo equipaggio, che sarà attivo nello smaltimento delle reti da pesca abbandonate illegalmente, un problema poco noto al pubblico.

Gli scienziati avvertono che gli ecosistemi marini sensibili sono gravemente in pericolo, comportando anche rischi economici e sanitari elevati per milioni di persone. Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, ogni anno negli oceani finiscono tra le cinque e le dodici tonnellate di plastica e 640mila tonnellate di reti da pesca, e due terzi degli oceani del mondo sono già considerati sovrasfruttati,

“Con una protezione marina mirata, l’80% dell’habitat di specie animali e vegetali in via di estinzione potrebbe essere protetto. Anche gli oceani sani svolgono un ruolo nell’assorbimento delle emissioni climatiche nocive. “In Allianz Italia – ha spiegato Giacomo Campora, ceo di Allianz Spa – siamo molto attivi nella salvaguardia dell'ambiente e contrastare l'inquinamento da plastica nel Mar Mediterraneo è un obiettivo condiviso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti