Insurance Trade

Processo Grassi, Itas ritira la querela

La decisione arriva a seguito di un accordo transattivo in cui l'ex direttore generale si impegna a riconoscere alla mutua un "congruo risarcimento"

27/07/2018
Svolta nel processo a Ermanno Grassi (nella foto): Itas Mutua ha reso noto di aver rimesso la querela presentata contro il suo ex direttore generale, a seguito di un accordo transattivo che, come specifica una nota, “prevede il riconoscimento di un congruo risarcimento”. La decisione, approvata all’unanimità dal consiglio di amministrazione, è arrivata dopo che Grassi aveva mostrato la disponibilità a rimborsare la mutua per i danni subiti. Secondo alcuni media trentini, l’entità del risarcimento si attesterebbe intorno ai 200mila euro.
Cade così l’accusa per truffa aggravata, mentre restano in piedi i capi d’imputazione per tentata estorsione, falso e calunnia. Procedimenti che, come noto, ruotano attorno alle testimonianze dell’ex presidente Giovanni Di Benedetto e, soprattutto, di Alessandra Gnesetti, ex responsabile gadget della mutua e scintilla, con le sue dichiarazioni ai carabinieri del Ros, del processo che ha portato a un piccolo terremoto in casa Itas. 
La compagnia, che si era costituita parte civile nel processo, ha motivato la sua decisione con la volontà “di chiudere, nell’interesse primario del suo patrimonio economico e di valori, il capitolo più difficile della sua recente storia per puntare decisamente ai risultati e alla riaffermazione dei principi di mutualità che ne costituiscono il dna”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti