Insurance Trade

Antitrust multa Facile.it

Sanzione da 500mila euro per mancata trasparenza nei confronti degli utenti: il comparatore annuncia ricorso al Tar del Lazio

Antitrust multa Facile.it hp_wide_img
L’Agcm ha comunicato ieri di aver comminato una sanzione da 500mila euro a Facile.it. Nel dettaglio, come si legge nel bollettino settimanale diffuso dall’Antitrust, Facile.it Broker di Assicurazioni avrebbe violato l’art. 27 comma 12 del Codice del Consumo e disatteso gli impegni presi per aumentare la trasparenza delle proprie comunicazioni alla clientela. Secondo l’autorità, nello specifico, il portale non avrebbe fornito indicazioni chiare e aggiornate sui risparmi che potevano essere conseguiti attraverso la comparazione delle polizze Rc auto: il claim Risparmi fino a 500 euro sarebbe stato accompagnato da dati aggiornati soltanto fino a giugno del 2017. L’autorità ha inoltre rilevato una certa incoerenza sulla quota di mercato attribuita ai partner assicurativi con cui collabora il comparatore: a fronte del 27,6% inserito nell’homepage del sito, il dato sarebbe infatti variato nel corso degli anni nella sezione Come funziona del portale.
Facile.it ha subito annunciato battaglia. “Facile.it è fermamente convinta della correttezza del proprio operato e per questo motivo annuncia già oggi che presenterà ricorso al Tar Lazio per far valere le proprie ragioni”, si legge in una nota diffusa subito dopo la notizia della sanzione. “L'azione di Facile.it – prosegue la nota – si basa da sempre su criteri di trasparenza e di tutela del consumatore; come confermato dai dati, la tesi dell’Autorità si concentra a nostro giudizio su aspetti puramente formali e non sostanziali”. Il comparatore afferma in particolare che “il risparmio riportato nel claim “risparmia fino a 500 euro” non solo è sempre stato veritiero, dal 2017 ad oggi, ma è addirittura aumentato ogni anno”. Il dato relativo alla quota di mercato delle compagnie partner “è stato celermente rimosso dalla homepage per evitare disallineamenti con le informazioni correttamente aggiornate presenti nelle altre pagine del sito”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti